Luni

A pochi chilometri da Marina di Massa, quasi al confine con la Liguria, si trovano le rovine dell’antica città di Luni.

In epoca augustea divenne una prospera colonia romana grazie alla felice posizione, lungo una delle strade principali dell’impero, e al suo porto già utilizzato dagli Etruschi e dai Greci come attracco per le navi commerciali.
In breve divenne il principale porto di imbarco del candido marmo delle Alpi Apuane, destinato ad abbellire i palazzi patrizi, oltre al legname, ai cereali, ai vini, ai formaggi, alla frutta e agli ortaggi che la zona produceva in abbondanza ed erano particolarmente apprezzati nell’antica Roma.

Luni - antica colonia romana

Luni - antica colonia romana

Città antica di Luni - Ortonovo(SP)

Città antica di Luni - Ortonovo(SP)

Nell’alto Medioevo sotto la guida dei vescovi Luni ebbe un altro periodo di prosperità, ma la diffusione della malaria e il progressivo interramento del porto causarono l’abbandono definitivo della città.

Gli scavi archeologici hanno restituito importanti vestigia romane quali l’anfiteatro e frammenti di decorazioni di edifici civili e religiosi mentre all’epoca medievale appartengono il campanile, la cripta e la porzione absidale della Cattedrale di San Marco.

Nel centro della città è allestito un museo archeologico che espone interessanti reperti di età romana provenienti dagli scavi.
Museo Nazionale e Area Archeologica di Luni – Tel. 0187 66811
Apertura al pubblico dal martedì alla domenica: orario 8.30/19.30
Biglietti: intero Euro 2 – ridotto Euro 1


LEGGI ANCHE: